SEMINARIO CON FABRIZIO PUGLISI "JELLY ROLL MORTON: STORIE DALLA NEW ORLEANS DI INIZIO SECOLO"

Data: 
Venerdì, Marzo 27, 2020 - 16:00 to Sabato, Marzo 28, 2020 - 23:00

“Jelly Roll Morton: storie dalla New Orleans d’inizio secolo”

Workshop per attori, cantanti e musicisti condotto da Fabrizio Puglisi 

Il workshop nasce dall’idea di raccontare alcune delle storie accadute nella ricca cornice della New Orleans degli albori del jazz. Le storie, talvolta incredibili e paradossali, sono riportate nel libro “Mr.Jelly Roll”  di Alan Lomax che le ha raccolte personalmente da Jelly Roll Morton “inventore del jazz” durante le epiche sedute di registrazione per la Library of Congress degli anni ’30. Questi racconti forniscono un quadro della vita degli afroamericani nella città che si caratterizzava per la ricchezza della scena musicale quando attraverso la mescolanza di culture diverse si ponevano le basi per la nascita della industria dello spettacolo. A New Orleans il voodoo haitiano e la santeria cubana convivevano con la cultura creola, la lotta per la sopravvivenza, la segregazione razziale, il blues, la musica per banda, un’infinità di locali dove la musica dal vivo faceva da cornice alle vite di prostitute, ladri, giocatori d’azzardo ma anche alla buona società dei frequentatori del teatro d’opera. Un ricco quadro di racconti che fornisce materiale da sviluppare per improvvisazioni musicali di vario tipo, dalle più radicali ed informali a quelle su forme classiche come il blues, l’habanera o il ragtime.

La cornice musicale per il racconto delle storie sarà il brano “Nola Stories” di Fabrizio Puglisi scritto appositamente per il laboratorio.

Il seminario è aperto ad attori, cantanti e musicisti di qualsiasi livello che abbiano un minimo di pratica di improvvisazione. Per i musicisti e cantanti la capacità di leggere la musica sarà utile ma non essenziale. Le partiture del brano “Nola Stories” saranno fornite prima del workshop così come i testi di alcune storie tratte dal libro “Mr.Jelly Roll”.

Fabrizio Puglisi, pianista e compositore, nel 1987 si iscrive al DAMS di Bologna, città in cui risiede, laureandosi con lode nel ’95 con una tesi su Cecil Taylor. Dal 1997 al 2003  si è stabilito per lunghi periodi ad Amsterdam, dove ha collaborato con alcuni musicisti della scena olandese tra cui Tristan Honsinger, Han Bennink, Ernst Glerum, Ab Baars, Sean Bergin, Ernst Reijseger, Tobias Delius. Ha collaborato tra gli altri con Louis Sclavis, Lester Bowie, Don Moye, David Murray, Hamid Drake, John Zorn, Steve Lacy, Don Byron, Butch Morris, William Parker, Kenny Wheeler, Enrico Rava, George Russell, Dave Liebman, Ronnie Cuber, Ray Mantilla, Irian Lopez Rodriguez, Michel Godard, Deus Ex Machina, Roy Paci, Alvin Curran, Mark Dresser, Paolo Fresu, Flavio Boltro, Steve Grossman, John De Leo, Cristina Zavalloni, Gianluca Petrella, Italian Instabile Orchestra, Keith Tippett, Gunter Baby Sommer, Alfio Antico. Si è esibito in festival negli Stati Uniti, in Canada, Spagna, Germania, Norvegia, Francia, Olanda, Belgio, Portogallo, Austria, Slovenia, Svizzera, Turchia, Georgia, Senegal, Egitto, Marocco, Messico ed ha inciso circa quaranta cd per l’etichetta americana Cuneiform, l’inglese RareNoise, le olandesi Trytone e Evil Rabbitt, la spagnola New Mood Jazz e le italiane RAI Trade, El Gallo Rojo, Felmay e Splasc(h). E’ membro del Collettivo Bassesfere, associazione di musicisti attiva dal 1992 per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca. Dal 1998 tiene laboratori di musica d’insieme presso la Scuola Popolare di Musica “Ivan Illich” di Bologna. Insegna Pianoforte Jazz al Conservatorio “A.Scontrino” di Trapani e alla Siena Jazz University. Musicista eclettico, da sempre ama sconfinare nei territori di altri linguaggi artistici, interagendo con la danza e le coreografie di Giorgio Rossi, Ambra Senatore, Barbara Toma, Hisako Horikawa, Karamba Mane o collaborando con attori, scrittori, poeti, registi ed artisti visivi.

Il workshop si articolerà in due giorni, venerdì 27 e sabato 28 marzo.

Venerdì 27 marzo dalle 16 alle 20

Sabato 28 marzo 11-13   15-18 con saggio finale in serata