Centro di Documentazione e Ricerca

 

Il Centro di documentazione e Ricerca della SPMII è nato nel 1999 con l'adesione e il sostegno di una trentina di associazioni, bolognesi e non, per dare continuità e sistematicità alla documentazione delle iniziative dell'associazione e per creare uno strumento che fosse utile alle ricerche svolte dalla SPMII. La costituzione di un archivio consultabile ha reso disponibili una serie di materiali analisi e dai quali partire per nuove ricerche sul campo.

 

Dalla sua nascita, il Centro ha svolto molteplici attività, come la produzione di cd e dvd che costituissero documentazione fruibile delle lezioni-concerto, dei workshop e delle attività di ricerca, o del lavoro artistico di gruppi e musicisti attivi nell'ambito associativo, come nella redazione di materiali utili per seminari e incontri, collaborando in taluni casi con realtà editoriali indipendenti per la pubblicazione dei contenuti.

 

L’esperienza del Centro si è arricchita, nel corso degli anni, attraverso scambi con importanti istituzioni che sul territorio nazionale si sono occupate della ricerca e della catalogazione di materiali sonori, come l’Istituto Ernesto de Martino di Sesto Fiorentino o le Scuole popolari di musica del Testaccio di Roma e del Crams di Lecco, realtà con le quali sono stati organizzati concreti momenti di incontro e di discussione, con la condivisione di progetti comuni. Di particolare rilievo sono la collaborazione avviata nel febbraio 2006 con l’Istituto Storico Parri Emilia Romagna, anche per la costituzione del progetto sulle biblioteche domestiche, teso a mettere in rete importanti archivi e materiali non reperibili altrimenti, e l’adesione della SPMII all’Associazione Italiana di Storia Orale.

Per diversi anni la SPMII ha curato l’Archivio Storico del Canzoniere delle Lame, importante gruppo bolognese dedicato alla ricerca e alla riproposizione del canto sociale storicamente radicato nel territorio. Il materiale, donato alla SPMII nel 2000 e catalogato in parte grazie al finanziamento concesso dalla Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari della Regione Emilia-Romagna, è ora patrimonio della Biblioteca civica del Quartiere Navile.

 

La possibilità di utilizzare i materiali dell’Archivio per le attività didattiche e associative ne costituisce una importante valorizzazione, come negli ascolti guidati durante i quotidiani corsi di strumento e di musica di insieme, o nella redazione del materiale per le iniziative socio-didattiche come la rassegna di documentari etnografici ed etnomusicologici “Le immagini sono pietre”, o per analisi approfondite nel tempo, come nel caso del seminario sulle musiche gnawa del Marocco, tenuto nel gennaio-febbraio del 2000 da musicisti di tradizione, la cui documentazione comprende le registrazioni audio-video della “derdeba” (festa tradizionale) documentata sul campo. L'archivio è costantemente aggiornato e fruibile tramite gli strumenti audiovisivi resi disponibili presso il punto di ascolto con diverse tecnologie, dal giradischi alla connessione internet per la consultazione dei materiali on-line.

 

A tutti gli associati è data la possibilità di navigare gratuitamente in internet sia da postazioni fisse sia tramite rete wi-fi. Sono inoltre presenti in loco libri, vinili, cd, videocassette, dvd e materiali fotografici donati all’Associazione da insegnanti, allievi, soci, simpatizzanti, studiosi che hanno partecipato alle attività della SPMII.

 

 

- Materiali didattici 

LA SEGRETERIA E' APERTA dal 

lunedì al venerdì dalle 17,30 alle 20

Tel.051/357753

E-mail  segreteria@spmii.it

 

Come raggiungerci:

Via Giuriolo 7 - 40129 - Bologna (BO)

Autobus - Linea 27 fermata "CASERME ROSSE"

 

Macchina - Uscita 6 tangenziale (Corticella)

Autostrada A14

O in bici che è salutare e non inquina :)